Guida del Buongustaio
Guida del Buongustaio

Trova Ristoranti

La corte dell'oca

Lungo la strada che sale in Casentino, all'interno del borgo maestro di Subbiano, esiste un'antica corte, "dove si mangia e si alloggia" in cui il tempo sembra essersi magicamente fermato ai mitici anni '50 e dove, insieme alla bellezza del luogo naturale, del borgo medioevale, è possibile gustare piatti antichi dai sapori sempre attuali e soggiornare in stupende camere rustiche ed eleganti. Tutto questo è La Corte dell'Oca. L’Osteria è un museo degli anni 50 “un’ambientazione unica” dove il vecchio bancone della mescita fa bella mostra di sé. Si mangia nella vecchia cucina, in cantina, nella sala con travi in bellavista e legno da calpestare. Fanno bella mostra di sé bottiglie di liquore storiche; la Vespa; la Lambretta ed una vetrina di giochi che ti lascia senza fiato.
In quest'angolo di Toscana, Franco Donati ha saputo ricreare magistralmente, un vero e proprio viaggio nel tempo. I cibi e i vini sono rigorosamente toscani nel pieno rispetto della tradizione. Un buon bicchiere servito sul piano di marmo della mescita all'ingresso dell'Osteria. Il crostino con il vinsanto, il brodo di gallina, la gallina lessa con la salsa, la pappa, le fette abbrustolite strofinate d'aglio e venate d'olio. E ancora, le pappardelle alla lepre, le bistecche e tante altre ricette della tradizione. Fritti eccellenti e piatti in umido.
In ambientazione tipica anni 50, avvolti nella caratteristica atmosfera di quegli anni, è possibile gustare la classica cucina toscana con la pasta rigorosamente “tirata a mano”; gli arrosti, le carni e le verdure cotte nel forno a legna. I biscotti ed i dolci sono fatti in casa.

Il   Principio

Il Gran Principio

Le zuppe della tradizione

I piatti in brodo di carne

I risotti

La pasta fatta in casa tirata a mano

Gli umidi

I bolliti misti

Gli arrosti in forno a legna

I fritti in padella

La brace

Magie di secondi in padella

I contorni

I  dolci di casa col Vinsanto

PHOTOGALLERY
COME ARRIVARE